Cerca nel blog...

martedì 23 ottobre 2012

Estratto dal “Libro Tibetano Dei Morti” di Namkhai Norbu


Quando un praticante muore, perde la funzione del corpo fisico e dalla condizione originaria sorgono le visioni della Saggezza. Lo stato della Coscienza, nello spazio, si trasforma in thig-le (ossia in sfera di luce multicolore), il thig-le svanisce nella Luce, la Luce svanisce nelle forme, le forme svaniscono in tshom-bu (un modo di manifestarsi uno all’altro), lo tshom-bu svanisce nelle Quattro Saggezze perfezionate che svaniscono nella “Grande Purezza”. Così si manifesta la condizione dello “Stato Primordiale” nella sua dimensione.





Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali