Cerca nel blog...

giovedì 12 dicembre 2013

La riduzione della popolazione mondiale


Come è stato riportato solo il mese scorso dal London Times, una riunione di un “segreto club miliardario” tenutasi ai primi di Maggio a New York e che ha visto la partecipazione di David Rockefeller, Ted Turner, Bill Gates e altri, si è focalizzata su “come la loro ricchezza possa essere utilizzata per rallentare la crescita della popolazione mondiale “.

Abbiamo interrogato l’establishment dei media, che ha parlato dei partecipanti come di persone buone e filantropi preoccupati, sottolineando che Ted Turner ha pubblicamente sostenuto scioccanti programmi di riduzione della popolazione che abbatterebbero la popolazione umana di un incredibile 95%. Egli ha anche chiesto che una politica del figlio unico di stampo comunista sia imposta dai governi in occidente. In Cina, la politica del figlio unico è attuata per mezzo di tasse su ogni figlio successivo al primo, unite ad un programma di intimidazione che comprende la polizia segreta e la autorità di “pianificazione familiare” che sequestrano le donne in stato di gravidanza ed eseguono aborti forzati.

Naturalmente, Turner non riesce completamente a seguire le proprie regole su come tutti gli altri devono vivere la loro vita, avendo cinque figli e possedendo non meno di 2 milioni di acri di terreno.

Nel terzo mondo, Turner ha contribuito letteralmente con miliardi alla riduzione della popolazione, in particolare attraverso programmi delle Nazioni Unite, aprendo la strada ad artisti del calibro di Bill & Melinda Gates e Warren Buffet (il padre di Gates è stato a lungo un membro importante del consiglio di amministrazione di Planned Parenthood e un eugenista di alto livello).

L’idea che questi elitari desiderino semplicemente rallentare la crescita della popolazione, al fine di migliorare la salute, è totalmente inadeguata.

Rallentare la crescita della popolazione mondiale migliorando nel contempo la sua salute sono due concetti inconciliabili per l’élite. La stabilizzazione della popolazione mondiale è un sottoprodotto naturale di un tenore di vita più elevato, come è stato dimostrato dalla stabilizzazione della popolazione bianca nell’ovest.  Elitari come David Rockefeller hanno alcun interesse a “rallentare la crescita della popolazione mondiale”, con metodi naturali, il loro programma è saldamente radicato nella pseudo-scienza dell’eugenetica, che mira alla “riforma” della popolazione in eccesso con metodi draconiani.

L’eredità di David Rockefeller non è derivata da un bisogno “filantropico” ben intenzionato di migliorare la salute nei paesi del terzo mondo, è nata da una spinta malthusiana ad eliminare i poveri e quelli considerati razzialmente inferiori, utilizzando la giustificazione del darwinismo sociale.

Come è documentato nel film seminale di Alex Jones Endgame, il padre di Rockefeller, John D. Rockefeller, esportò l’eugenetica in Germania dalle sue origini in Gran Bretagna, finanziando il Kaiser Wilhelm Institute che, più tardi, avrebbe formato un pilastro centrale nell’ideologia della super razza ariana del Terzo Reich. Dopo la caduta del nazismo, i massimi eugenisti tedeschi sono stati protetti dagli alleati quando le parti vittoriose si accapigliarono su chi avrebbe beneficiato della loro “competenza” nel mondo post-guerra.

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali