Cerca nel blog...

mercoledì 24 settembre 2014

Quinoa, proprietà e benefici

 

Quinoa: nome di battesimo

Chenopodium quinoa, appartiene alla famiglia delle Chenopidacee.

Quinoa: dicono di lei

Originaria del Sud America, la quinoa viene spesso erroneamente considerata un cereale, anche in virtù del suo elevato contenuto di amido; in realtà, però, non appartiene alla famiglia delle graminacee ed è, invece, imparentata con gli spinaci, tant’è che le sue foglie si possono cucinare allo stesso modo e il sapore è molto simile. E' definito pseudo cereale e razie alle sue caratteristiche, rappresenta comunque una valida alternativa ai cereali.

Quinoa, alleata di

Sistema cardiocircolatorio, intestino, muscoli.

Proprietà della quinoa

Non è una graminacea e non contiene glutine, è quindi un alimento adatto a chi soffre di celiachia. Ha numerosissime proprietà nutritive. È molto ricca di proteine, carboidrati e fibra alimentare. Nella sua composizione sono presenti due aminoacidi essenziali molto importanti per il buon funzionamento dell’organismo: lisina e metionina; quest’ultimo aiuta il metabolismo dell’insulina.
Contiene, infine, una buona quota di minerali e vitamine, in particolare magnesio, vitamina C e vitamina E.
La quinoa è particolarmente energizzante; 100 grammi apportano circa 350 calorie. Essendo un alimento molto nutriente, il suo consumo è consigliato soprattutto a bambini, donne in gravidanza, sportivi e convalescenti.
Il suo elevato contenuto proteico, rende la quinoa una valida alternativa rispetto agli alimenti proteici di origine animale.

LEGGI ANCHE I CEREALI FONTE DI ENERGIA


Sapevate che

  • I semi della quinoa sono ricoperti di una sostanza amara, la saponina, che li protegge dall’attacco degli uccelli. Per questo motivi i suoi semi devono essere lavati molto bene prima della cottura.
  • La quinoa, come l’amaranto, viene consumata dagli astronauti durante le loro missioni nello spazio.

Una ricetta nella manica

La quinoa, pur non essendo propriamente un cereale, può essere utilizzata in cucina in sostituzione di riso, del cous cous, del miglio…
Si parte dalla seguente ricetta base. Dopo aver sciacquato abbondantemente i semi di quinoa, far bollire in acqua bollente per circa 15 minuti. Occorrono 150 ml di acqua ogni 70 grammi di quinoa (corrispondenti a una porzione). La quinoa è cotta quando i grani si saranno gonfiati e avranno formato un piccolo germoglio bianco. A questo punto si può condire a piacimento o utilizzare per ottenere sformati e crocchette.

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali