Cerca nel blog...

giovedì 25 settembre 2014

Solitudine e allegria

Vorrei perdere la ragione a un unico patto: essere sicuro di diventare un pazzo allegro, brioso ed eternamente di buon umore, senza problemi né ossessioni, che ride senza motivo dalla mattina alla sera.
Chi sono dunque i più infelici: coloro che sentono la solitudine in se stessi o coloro che la sentono all'esterno? Impossibile rispondere. E poi, perché dovrei darmi la pena di stabilire una gerarchia della solitudine? Essere solo non è già abbastanza?
Una lacrima ha radici più profonde di un sorriso.

(Cioran)
 

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali