Cerca nel blog...

giovedì 27 novembre 2014

Mangiare noci per ridurre il rischio di cancro alla prostata

Lo studio pubblicato sul Journal of Medicinal Food

 

Mangiare noci per ridurre il rischio di cancro alla prostata

Per ridurre il rischio di cancro è importante mangiare in un certo modo e fare molta attività fisica. Ci sono poi dei cibi che più di altri aiutano a scongiurare il pericolo di contrarre tumori: secondo uno studio mangiare noci tutti i giorni riduce il riduce il rischio di cancro alla prostata. La ricerca è stata pubblicata sul Journal of Medicinal Food intendeva rilevare se le proprietà benefiche delle di questo frutto siano da attribuire ad un ingrediente in particolare, come ad esempio gli omega-3. Altri studi in precedenza avevano dimostrato che le noci sono utili per la prevenzione del tumore al seno e delle malattie cardiache.

Mangiare noci per ridurre il rischio di cancro alla prostata: le proprietà del frutto

Leggiamo sul sito Greenstyle.it:
Le noci sono delle ottime alleate della salute. Fanno bene al cuore, come molte ricerche hanno fino a ora dimostrato, ma le loro proprietà curative non si esauriscono qui. Oltre al loro potenziale di gusto in tavola o come semplici “snack” salutari, queste piccole rappresentanti della frutta secca hanno molto da offrire. Nelle noci è possibile trovare un buon numero di minerali e sostanze benefiche come calcio, ferro, fosforo, rame e zinco. A fronte di un contenuto calorico importante (circa 600 kilocalorie ogni 100 grammi) sono presenti anche le vitamine A, B2, B9 (Acido folico), C, F e P. Al suo interno un ruolo importante lo giocano anche i grassi monoinsaturi e quelli polinsaturi (Omega-3 e Omega-6), ai quali si deve il merito di ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.”
E ancora: “Parlando dei vantaggi che questo tipo di frutta secca assicura all’apparato cardiovascolare di rilievo anche l’azione svolta dall’acido folico o vitamina B9, che riduce i livelli di una sostanza dannosa per le coronarie quale l’omocisteina. Efficace nell’azione di salvaguardia delle arterie anche la presenza nelle noci di arginina, un elemento che svolte un’azione preventiva rispetto alla possibile formazione di coaguli. Le noci possono fornire un aiuto importante anche quando si parla di patologie tumorali, con particolare riferimento al tumore al seno e al pancreas.”

fonte

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali