Cerca nel blog...

sabato 17 gennaio 2015

Come da copione la Francia entra nella guerra all′Iraq e Siria


Fonte: RT traduzione automatica

Francia invia portaerei Charles de Gaulle per l'operazione anti-ISIS  in Iraq

 
French aircraft carrier Charles-de-Gaulle (AFP Photo / Boris Horvat)
Portaerei francese Charles-de-Gaulle (AFP Photo / Boris Horvat)
Il presidente francese Francois Hollande ha annunciato che la portaerei Charles de Gaulle è pronto per l'uso in operazioni militari contro Stato islamico in Iraq. La nave da guerra è quello di lavorare in collaborazione con le forze della coalizione combattere i militanti.
In un discorso a bordo della portaerei il Mercoledì, Hollande ha detto che il personale militare che il massacro Charlie Hebdo eseguita da estremisti islamici la scorsa settimana "giustifica la presenza della nostra portaerei."
"Grazie al Charles de Gaulle avremo l'intelligenza ... noi possono anche effettuare operazioni in Iraq", ha detto Hollande.

Charlie Hebdo strage DONAZIONI aggiornamenti in tempo reale

Il presidente francese Francois Hollande in rassegna le truppe durante la sua visita sulla portaerei nucleare francese Charles de Gaulle per presentare il suo nuovo anno vuole le forze militari francesi, il 14 gennaio 2015 al largo di Tolone, nel sud della Francia. (AFP Photo / Pool / Anne-Christine Poujoulat)
Il nanerottolo in rassegna
 
La portaerei a propulsione nucleare è la nave ammiraglia della flotta francese, ed è attualmente in crociera al largo della costa sud della Francia nel Mediterraneo.
Il vettore è la più grande nave da guerra dell'Europa occidentale attualmente in commissione, ed è la sola nave di superficie a propulsione nucleare della Francia. La nave può trasportare da 20 a 25 aeromobili, tra cui Super Etendard caccia, Rafale M caccia multiruolo e missili Aster.
Distribuzione della nave, durante il quale fornirà attacchi aerei contro i militanti islamici di Stato, dovrebbe durare fino a maggio al più presto.
Il personale militare stanno sul ponte della portaerei francese Charles-de-Gaulle nel porto meridionale francese di Tolone (AFP Photo / Anne Christine Poujoulat)

Il personale militare stanno sul ponte della portaerei francese Charles-de-Gaulle nel porto meridionale francese di Tolone (AFP Photo / Anne Christine Poujoulat)
Poiché gli attacchi terroristici mortali della scorsa settimana a Parigi, hanno ucciso 17persone, le autorità hanno inasprito le misure di sicurezza e continuano la ricerca di complici i colpevoli. La Francia ha dispiegato 10.000 soldati e 120.000 aggiuntivi personale di sicurezza in aree sensibili, tra cui le scuole ebraiche, sinagoghe e moschee.
All'indomani degli attacchi, 54 persone, tra cui quattro minorenni, sono stati arrestati per aver difeso il terrorismo e odio discorso. Nessuno degli arrestati sono stati collegati all'attacco. Molti, tuttavia, sono già stati condannati in misure speciali per la condanna immediata.
LEGGI TUTTO: 'Atto di guerra': nuova edizione del Charlie Hebdo scatena la rabbia dei musulmani, le minacce
Un ordine distribuito a giudici e pubblici ministeri del paese da parte del Ministero della Giustizia ha detto che la libertà di espressione non comprende discorsi di incitamento all'odio o alla violenza chiamate. Quelli condannati per incitamento al terrorismo rischia fino a cinque anni di carcere, mentre incitamento al terrorismo online può portare a una condanna a sette anni.

fonte 

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali