Cerca nel blog...

giovedì 15 gennaio 2015

Il cacao grezzo è in grado di combattere gravi malattie




Lo studio realizzato sui nativi di Panama



L’epicatechina, una sostanza contenuta nel cacao. è in grado di combattere numerose malattie e protegge le nostre arterie. Da una ricerca di un docente dell’Harvard Medical School realizzata sui nativi di Panama è emerso che questa popolazione viene colpita meno da gravi malattie come l’ictus, il cancro e il diabete. Leggiamo su La Stampa:
Il cioccolato non è solo uno dei piaceri della vita: il flavonoide contenuto nel cacao grezzo, l’epicatechina, è una molecola antiossidante che protegge le arterie e che potrebbe persino salvare da gravissime malattie. È quanto scrive oggi l’«Independent», secondo il quale il cacao grezzo «offre benefici per la salute in grado di rivaleggiare con quelli di penicillina e anestesia». Il giornale britannico dà conto di una ricerca condotta da Norman Hollenberg, docente di medicina alla Harvard Medical School, che per anni ha studiato i Kuna, nativi di Panama, scoprendo che i malanni più gravi che affliggono il genere umano (ictus, cardiopatite, cancro e diabete) colpiscono meno di una persona su dieci, tra questa popolazione: tutto merito dell’epicatechina contenuta nel cacao, di cui essi fanno grande consumo, e che secondo lo studioso va considerata alla stregua di una vitamina. «Possiamo dire senza timore che le osservazioni condotte sono tra le più importanti della storia della medicina – ha dichiarato. – Tutti conveniamo sul fatto che la scoperta della penicillina e dell’anestesia hanno avuto un valore enorme. Ma l’epicatechina è potenzialmente in grado di fare piazza pulita di quattro delle più comuni malattie del mondo occidentale»“.
Il cacao però deve essere consumato grezzo, altrimenti i benefici che porta al nostro organismo sono ridotti:
L’epicatechina è un flavonoide (un pigmento vegetale idrosolubile) presente anche nel tè, nel vino e ai alcuni frutti e verdure. Il trattamento industriale tende a eliminarlo, per il suo gusto amaro, e anche l’abitudine occidentale di bere cacao diluito con latte e aggiunta di zucchero ne riduce le proprietà salutari. Il cacao che contiene intatta la sua provvista di epicatechina, quello amaro, migliora l’afflusso di sangue al cervello ed è in grado di migliorare la memoria a breve termine: ricercatori dell’università di Nottingham hanno dimostrato che bere cacao ricco in flavonoidi aumenta l’afflusso di sangue al cervello per due-tre ore“.

fonte

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali