Cerca nel blog...

giovedì 5 febbraio 2015

Piccolo Dizionario del Simbolismo Corporeo

 fonte

I capelli: La mia forza.
Il cuoio capelluto: La mia fede e la parte divina
Testa: La mia individualità
Occhi: la mia capacità di vedere
Le orecchie la mia capacità di udire (dentro e fuori)
Il naso: La mia capacità di sentire o sentire di persone o situazioni.
Labbra: il labbro superiore è legato al lato femminile e il labbro inferiore al lato maschile.
Denti: Le mie decisioni, legate al lato femminile sopra, legati al lato maschile la parte sotto.
Il collo: la mia flessibilità, la mia capacità di vedere molti lati di situazioni di vita.
Gola: L'espressione del mio verbale e non verbale, la mia creatività nell'espressione.
Spalle: La mia capacità di trasportare un carico, le responsabilità.
Le braccia: La mia capacità di prendere le persone o le situazioni di vita. Sono il prolungamento del cuore. Possono eseguire gli ordini. Esse sono legate a quello che faccio nella mia vita, tra cui il mio lavoro.
Gomiti: La mia flessibilità nel cambiare direzione nella mia vita.
Dita: i piccoli dettagli della vita quotidiana.
Pollice: legato a preoccupazioni o al mio intelletto o al mio udito.
L'Indice: Collegato a paure o la mia personalità (ego) o il mio naso.
Il Medio: connessi con rabbia o la mia sessualità e la mia visione.
L'anulare: Collegato al dolore affettivo, al matrimonio,  al tocco.
Il Mignolo: Collegato alla pretesa o alla mia famiglia o al gusto.
Il cuore, amore mio.
Sangue: La gioia che scaturisce nella mia vita.
Seni: Il mio lato materno, al voler nutrire.
Polmoni: Il mio bisogno di spazio, autonomia, legata alla mia sensazione di vivere.
Lo stomaco: La mia capacità di digerire le nuove idee e le situazioni.
La parte posteriore: il mio sostegno.
Le articolazioni: La mia flessibilità, la mia capacità di piegarsi alle diverse situazioni della mia vita.
La Pelle: Il mio legame tra il mio dentro e fuori (saldo).
Ossa: La struttura delle leggi e dei principi del mondo in cui vivo.
L'utero: la mia casa.
L'intestino: (in particolare lo spessore, i due punti): la mia capacità di lasciar andare, lasciar fluire ciò che è inutile per me e lasciare che il flusso degli eventi entri nella mia vita.
Reni: il quartier generale della paura.
Il pancreas: La gioia che è dentro di me.
Fegato: La sede della critica.
Gambe: La mia capacità di avanzare nella vita, essere e fare il cambiamento verso nuove esperienze.
Ginocchia: La mia flessibilità, il mio ego, il mio orgoglio, la mia testardaggine.
Caviglie: La mia flessibilità in nuove direzioni per il futuro.
Piedi: Il mio indirizzo (rimanere nello stesso posto). La mia comprensione di me stesso - e della vita stessa (passato, presente, futuro).
Le dita dei piedi: i dettagli del mio futuro.

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali