Cerca nel blog...

giovedì 13 agosto 2015

Ecco frutta e verdura per combattere afa e stanchezza

sedano flickr cc laurataylor
Con tutta la buona volontà, si fa davvero fatica ad uscire per fare sport con il caldo torrido. Le città sono un forno e più di una mezzoretta di corsa o un’oretta di bici al mattino presto o alla sera tardi non si riesce a fare. Quando torniamo, beviamo e reintegriamo, ma poi?
“Per chi ama la vita outdoor, frutta e verdura sono alleati preziosi per rendere al massimo durante le calde giornate estive”, racconta Marco Porcaro, Fondatore di Cortilia.it, il primo mercato agricolo online a mettere in contatto consumatori e agricoltori locali per fare la spesa come in campagna.
Per combattere l’afa ed evitare la spossatezza dopo l’allenamento, sedano e zucchine sono gli alimenti più indicati. Povero di calorie e ricco d’acqua, il sedano contribuisce infatti a regolare la pressione sanguigna che con il caldo, dopo lo sforzo, tende a scendere causando debolezza, giramenti di testa o piccoli mancamenti. E non tutti sanno che il sedano è anche un ingrediente perfetto per preparare freschissime e pratiche acque aromatizzate: una versione semplice e gustosa prevede l’immersione in un litro d’acqua di due spicchi di mela verde, un gambo di sedano e qualche pezzetto di melone”.zucchine
“Le zucchine, invece, a bassissimo contenuto calorico, sono composte per il 95% d’acqua e quindi rappresentano un ottimo alleato contro la disidratazione per reintegrare i liquidi persi nella corsa in modo più equilibrato ed efficace. Non solo: sono anche un’ottima fonte di minerali tra cui potassio, ferro, calcio e fosforo – il che non fa mai male”.albicocche
E per chi corre la sera tardi, dopo il tramonto, e che si mette in circolo litri di adrenalina, sono consigliabili le albicocche: “Sono un’ottima scelta perché contrastano i radicali liberi, contribuiscono ad accelerare il metabolismo e a combattere l’insonnia”.
Frutta e verdura vanno anche scelte “per uso topico” e non solo per essere ingerite: “Per affrontare lunghe giornate all’aria aperta e per proteggere la pelle dal sole ci si deve affidare alle creme solari ma anche alla tavola, selezionando cibi di stagione ricchi di vitamine e betacarotene. Non solo le carote ma anche pesche, angurie e meloni, ricchi di carotenoidi, i precursori della vitamina A che promuovono la sintesi della melanina. Per guarire le scottature e per lenirne i fastidi, una fetta di patata applicata sulla pelle per 20/30 minuti è in grado di alleviare il dolore, mentre una fetta di pomodoro dà sollievo immediato. In alternativa, sono molto efficaci anche gli impacchi con melone o cetriolo frullato”.

credit Flickr CC

FONTE 

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali