Cerca nel blog...

mercoledì 28 ottobre 2015

Altre sorprese su Google Earth

Forse alla seguente scoperta,  fatta dal ricercatore italiano Matteo Ianneo, non e' stata data giusta importanza,quindi faccio la segnalazione, invitando tutti a provare ad immettere le coordinate per vedere con i propri occhi questa opera faraonica.IMMETTETE LE SEGUENTI COORDINATE SU GOOGLE EARTH : NELLO SPAZIO DOVE TROVERETE CERCA A SINISTRA IN ALTO DELLA SCHERMATA                                    30° 1'13.25"N 31°43'14.51"EE VEDRETE , A CIRCA 145 KM DAL CAIRO, DUE STRUTTURE ENORMI NEL DESERTO,DI NATURA ED ORIGINE SCONOSCIUTE.FATE DA VOI QUESTO CONTROLLO E SCOPRIRETE QUALCOSA CHE CI E' STATO TENUTO NASCOSTO FINO A QUANDO UNA TEMPESTA DI SABBIA HA SPAZZATO VIA TUTTA LA ZONA RENDENDO LE STRUTTURE VISIBILI.      Il parallelo...è più o meno sulla stessa linea delle piramidi a circa 150 km di distanza... Se guardate   e confrontate le strutture con le piramidi.. vi  accorgerete della modernità e dell'architettura ...molto più avanti delle piramidi La Mesopotamia ...era il punto dove si dice atterravano i visitatori.dallo spazio .. ed ..è stata il centro da dove tutto è iniziato...la bibbia il Corano.le religioni .le strutture egizie..le costruzioni sumere...30 mila anni fa non esistevano i deserti..la mesopotalia era verde e rigogliosa... gli antichi visitatori venuti dallo spazio  trovarono li approdo .  Il sito lo vogliono tenere segreto...i 6 punti a forma di cerchio sembrerebbero i punti di appoggio delle astronavi ...mentre le altre 2 strutture..rampe di carico....infatti oltre a essere in pendenza si incontrano nel centro del cerchio dove si presume ci fosse il punto di apertura dell'astronave.
Posted by Giuliano Piccolo on Sabato 24 ottobre 2015

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali