Cerca nel blog...

venerdì 31 luglio 2015

Responsabilità

Vedendo tutto ciò, la confusione, la grande infelicità, il senso di enorme malessere, ogni serio indagatore direbbe che è possibile trasformare questa società solo se l'individuo trasforma realmente se stesso, ovvero se si rigenera dalle fondamenta.
La responsabilità di questa trasformazione ricade sull'individuo, non sulle masse o sui preti, sui templi o le chiese, ma su ogni essere umano consapevole di questa spaventosa confusione politica, religiosa ed economica.


JIDDHU KRISHNAMURTI, 1895-1986

Filosofo apolide di origine indiana

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali