Cerca nel blog...

domenica 10 maggio 2015

Risveglia il tuo olfatto per avere fiuto nella vita

olfatto

Platone definiva l’olfatto come un senso animale che l’uomo ha sempre più abbandonato, utilizzando fin troppo la ragione. Il filosofo ateniese sosteneva che è quindi necessario riattivarlo per riscoprire le parti più arcaiche di se stessi e per avere percezione completa del mondo che ci circonda. L’olfatto è il senso più antico sotto l’aspetto evolutivo e la percezione degli odori è un potere animalesco e viscerale che, a livello inconscio, esercita un ruolo determinante nella nostra storia personale.

POTERE EMOZIONALE DELL’OLFATTO

L’olfatto infatti, essendo legato a comportamenti istintivi, rimane un senso con un enorme potere emozionale ed evocativo.
Ognuno di noi ha notato di come la percezione di un particolare profumo ci può rievocare impressioni e ricordi anche molto lontani. Questo accade perché l’apparato olfattivo va ad agire direttamente sull’amigdala e sull’ipotalamo, parti del cervello che fungono da centri regolatori dell’emotività.
Il funzionamento della memoria è tale che i primi ricordi olfattivi che risalgono all’infanzia sono i più potenti nella loro capacità di suscitare emozioni gradevoli e anche i più facili a riattivare. In effetti, le memorie olfattive non svaniscono mai e più sono antiche più sono profonde sono le emozioni che risvegliano.

TRADIZIONI MILLENARIE CONOSCEVANO IL POTERE DI GUARIGIONE DELL’OLFATTO

L’incenso e le resine aromatiche hanno..............................

FONTE - clicca per leggere il resto dell'articolo

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali